Gli insegnanti con don Cozzi

Sabato 24 novembre nei locali dell’ex Seminario di Bordighera, si è svolto il primo incontro del corso di aggiornamento per gli insegnanti di religione cattolica (Irc) della diocesi di Ventimiglia – San Remo, organizzato dall’Ufficio scuola, in collaborazione con la Federazione italiana scuole materne (Fism) e il liceo statale Angelico Aprosio di Ventimiglia.
Il tema del corso sarà «I linguaggi dell’educazione», relatore don Alberto Cozzi, direttore dell’Istituto di scienze religiose di Milano.

L’argomento di questa prima tappa è stato «Il linguaggio biblico e la figura di Gesù», con l’obiettivo di approfondire alcuni termini fra i più difficili del patrimonio cristiano come croce, espiazione, sacrificio, morte, dolore. Don Alberto, ottimo comunicatore, già invitato l’anno scorso, è riuscito a proporre con semplicità ed estrema chiarezza contenuti complessi, affascinando la platea di insegnanti, che ha seguito con attenzione e partecipazione.

La complessità dei linguaggi sarà il filo conduttore dei cinque appuntamenti, un tema che è stato scelto dagli stessi insegnanti alla fine del corso di formazione dello scorso anno. Invitati ad effettuare, ognuno, le proprie proposte sulle tematiche che ritenevamo più urgenti da affrontare, dopo un sentito confronto, era emersa la difficoltà di tradurre il bagaglio culturale cristiano con un linguaggio più adeguato alle nuove generazioni. Nell’arco dell’anno, dopo questo primo approfondimento biblico, si affronteranno: il linguaggio e le nuove famiglie, l’arte come strumento di comunicazione, il linguaggio nell’azione educativa, per completare con il linguaggio legale.
Oltre ai docenti di ruolo e agli incaricati per l’insegnamento della religione cattolica delle scuole statali e paritarie, erano presenti anche docenti di altre materie. Per l’Ufficio scuola è stato un segnale particolarmente significativo, perché consente un confronto sicuramente più ampio e costruttivo. Nella seconda parte della mattinata, prima del dibattito finale, si è dedicato un piccolo spazio per ringraziare coloro che hanno collaborato all’iniziativa.

Per il liceo Aprosio era presente il preside, professor Giuseppe Monticone, grazie al quale è stato possibile l’accreditamento del corso sul portale Sofia del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca (Miur). Durante il suo saluto, Monticone ha sottolineato l’importanza di lavorare insieme per il territorio, tenendo sempre presente la priorità della formazione dei docenti, strumento indispensabile per offrire agli studenti un contributo competente e arricchente.
Altri ospiti della mattinata, il consigliere nazionale della Fism, Maria Grazia Mazzeo e il segretario provinciale Ortizza, i quali hanno ringraziato per questi anni di cammino condiviso, sottolineando la qualità dei corsi e dei relatori.

È il secondo anno di questa nuova iniziativa, che permette l’approfondimento di due aspetti basilari per la professionalità dell’insegnante: l’ambito metodologico e didattico e la gestione d’aula. I referenti dei due cammini hanno comunicato la prima data degli incontri e ricordato l’importanza di lavorare insieme, per poter affrontare, con il contributo di tutti, il complesso compito dell’insegnamento.

di Anna Gioeni

Precedente

Festa dell’Adesione, a San Siro

Successivo

Sussidi Catechisti – Scarica da qui!

Categorie notizie