Santa Maria Maddalena a Bordighera

La città di Bordighera vanta la grande devozione al suo patrono S. Ampelio e nel sito del suo eremitaggio da secoli è stata costruita una chiesa che conserva la grotta e i resti di un cenobio che presto divenne un monastero benedettino legato a Montmajour presso Arles.

Da qui l’amore che i monaci portarono a Bordighera per una santa a loro cara: S. Maria Maddalena. La tradizione della Provenza che vuole S. Maria Maddalena e altri primi discepoli di Gesù come S. Lazzaro, sbarcati alla foce del Rodano e poi nel loro cammino di apostolato nelle fiorenti città come Marsiglia, Arles e Aix, ella vivrà in una grotta su di un monte presso di Tolone chiamato la Sainte Baume dove alle sue pendici dal II sec., nel villaggio di St. Maximin sorge la sua tomba nella splendida basilica gotica.

Sabato 14 luglio un gruppo di 50 pellegrini visitò i luoghi del suo ultimo vissuto in preparazione e nella novena iniziata proprio il giorno prima dove nella chiesa parrocchiale a lei dedicata nel Paese alto di Bordighera, si è pregato ai piedi di Gesù nell’adorarlo e ringraziarlo. Sabato 21 per i ragazzi si è organizzato un pomeriggio di giochi e poi tutti insieme si è celebrata l’Eucarestia che apriva il tempo di questa solennità per la nostra comunità. La mattina della domenica la S. Messa delle 11 è stata presieduta dal nostro Vescovo indicandoci la santa come “apostola degli apostoli” nella felice intuizione di Papa Francesco. Un aperitivo in piazza a mezzogiorno ha coinvolto i parrocchiani e il proprio Pastore e poi la sera dopo la liturgia un concerto d’organo chiuse la festa.

Luca Salomone

Precedente

Lutto – è mancata la Mamma di don Angelo

Successivo

Solenne festa per le suore di Santa Marta

Categorie notizie