Giovani

Gmg 2016

Sono sei i giovani della nostra diocesi che, martedì scorso, insieme ad un centinaio di loro coetanei provenienti dalle altre diocesi liguri, sono partiti per vivere l’esperienza del gemellaggio nella città polacca di Radom in preparazione alla Giornata Mondiale della Gioventù che si svolgerà la settimana prossima a Cracovia.
La straordinaria accoglienza ricevuta mercoledì pomeriggio con canti, applausi, bandiere, sorrisi da parte dei giovani, delle famiglie e dei sacerdoti della parrocchia di San Frate Alberto ha immediatamente alleviato la stanchezza delle 24 ore di pullman.
I giovani, a due a due, sono stati ospitati dalle famiglie della comunità che li aspettavano con trepidazione: i tentativi goffi da entrambe le parti di esprimersi in una lingua molto distante dalla propria ha creato subito un clima di simpatica complicità, l’inglese, i gesti e le risate hanno fatto il resto.
L’esperienza dello scambio con le diocesi del Paese ospitante, appuntamento fisso delle GMG, è un’occasione straordinaria perché permette di conoscere da vicino e condividere la vita dei giovani ma anche della Chiesa locale: una realtà intrisa di fede, tradizioni e spiritualità, con una profonda devozione a Gesù Eucaristia.
Molto intensa, ogni giorno, la Messa internazionale celebrata da don Konrad, sacerdote di Radom che lo scorso anno ha prestato servizio in val Nervia: esperienze, vite, linguaggi anche distanti fra di loro che si uniscono in una sola preghiera di lode e ringraziamento.
I pellegrini liguri sono stati coinvolti anche nella tradizione, molto radicata in Polonia, dei pellegrinaggi a piedi: la giornata di venerdì è stata dedicata ad un cammino di 14 km verso il santuario di N.S. della Consolazione, Signora di Radom insieme ai giovani e ai sacerdoti della parrocchia.
La serata di venerdì e la giornata di sabato sono stati dedicati all’incontro, nel centro della città, con gli oltre 1400 giovani provenienti da tutto il mondo e ospitati in tutto il territorio della diocesi e i giovani polacchi: canti, danze, degustazioni, foto e soprattutto tanto divertimento che si sono conclusi con il concerto e la veglia si preghiera presieduta dal Vescovo di Radom che ha benedetto ed inviato tutti i giovani presenti a Cracovia.
Oggi, domenica, i giovani rimarranno con le famiglie della parrocchia per condividere gli ultimi momenti insieme prima di partire alla volta di Cracovia. A loro si uniranno 13 giovani della diocesi che vivranno l’intera settimana della GMG e altri 8 li raggiungeranno nel weekend per gli eventi centrali insieme a papa Francesco e a decine di migliaia di altri giovani.

Simone Perotto

Radom, 24 luglio 2016