Ultima ora

Oggi, la firma per la scuola

COMUNICATO STAMPA

Giovedì 27 aprile 2017, presso il Seminario Arcivescovile di Genova (ore 16.30), alla presenza dell’Arcivescovo Metropolita di Genova, Card. Angelo Bagnasco e il direttore dell’Ufficio Regionale Scuola della Regione Liguria, dott.ssa Rosaria Pagano, verrà firmato un protocollo d’intesa tra la Conferenza Episcopale della Liguria e lo stesso Ufficio Scuola per la realizzazione di percorsi di alternanza “scuola – lavoro” per gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado.

L’U.S.R e le Diocesi liguri, nell’ambito delle proprie competenze e responsabilità
e nel rispetto dei principi di autonomia scolastica e delle scelte delle singole istituzioni scolastiche in tema di piano dell’offerta formativa, con il protocollo d’intesa intendono promuovere la collaborazione, il raccordo ed il confronto tra il sistema dell’istruzione e gli enti del terzo settore, al fine di:
• favorire lo sviluppo delle competenze degli studenti nell’ambito culturale e di servizio alla persona;
• coniugare le finalità educative del sistema dell’istruzione in raccordo con le esigenze di una crescita armonica, globale ed equilibrata della persona.

I progetti di “alternanza scuola – lavoro” sono stati introdotti dalla riforma sulla “Buona Scuola” della legge 107/2015. La misura prevede che tutti gli studenti degli ultimi tre anni delle scuole secondarie di secondo grado svolgano obbligatoriamente un percorso di lavoro “sul campo” (200 ore per i licei e 400 ore per gli istituti tecnici e professionali). Percorsi progettati, attuati e valutati sotto la responsabilità delle istituzioni scolastiche sulla base di apposite convenzioni con imprese, camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura, enti pubblici e privati (anche del terzo settore), istituzioni culturali.

Pertanto in Liguria, dall’anno scolastico 2017/2018, gli alunni delle scuole secondarie potranno scegliere di svolgere tale formazione presso gli enti che le diocesi indicheranno, attraverso singole convenzioni che gli uffici scolastici diocesani stipuleranno con le scuole sul territorio nello spirito di virtuosa collaborazione e sostegno.

“Imparare facendo è un criterio pedagogico fondamentale” spiega don Gabriele Corini, direttore regionale dell’Ufficio per l’educazione e la scuola delle Diocesi liguri. La possibilità che le parrocchie e gli enti culturali ecclesiali possano accogliere studenti “costituisce per queste realtà un banco di prova per la propria proposta educativa e ne evidenzia la dimensione di servizio alla comunità locale”.

Il direttore dell’Ufficio riconosce che “occorre definire l’elaborazione di progetti, stipulare convenzioni, individuare i tutor necessari e curare le certificazioni di sicurezza”. Importante è “partire dalla propria realtà locale, valorizzandone storia e specificità”. Fondamentale è quindi aprirsi al territorio e coglierne le esigenze. ”Anche questo tipo di partnership rientra nella ricerca di ‘alleanze educative’, uno dei pilastri degli Orientamenti pastorali della Cei per il decennio 2010/2020, e richiama insieme il senso di Chiesa in uscita, cui fa riferimento Papa Francesco. La Chiesa offre così un servizio al territorio, un’occasione di crescita per l’alunno”.

Tre sono i possibili settori “di azione”:
1) l’animazione e la formazione dei giovani (impegno nelle attività di animazione educativa delle parrocchie),
2) la solidarietà (progetti della Caritas e alle associazioni caritative presenti in diocesi),
3) la cultura (progetti negli archivi storici, nella rete museale e dei beni culturali, nei mezzi di comunicazione).
Un progetto che può consentire agli studenti di mettere alla prova le proprie aspirazioni e comprendere quale siano “i propri talenti”. Può così essere una buona esperienza di confronto con il mondo degli adulti. Nell’ambito culturale può far scoprire ai giovani il capitale artistico e storico locale. “La condivisione di responsabilità tra scuola e Chiesa ha come obiettivo la promozione di un circuito virtuoso tra il mondo scolastico e quello ecclesiale” conclude don Corini.

Info: don Gabriele Corini, direttore Ufficio Scuola per la Regione ecclesiastica ligure
+393345234420