Parrocchie, Ultima ora

17 Gennaio – Sant’Antonio Abate

Lunedì 17 gennaio alle 12.00, nella CHIESA DI TUTTI I SANTI (corso Matuzia, 1) e nello stesso
giorno alle ore 18.30 nella Parrocchia di san Bartolomeo in Sanremo, si celebra la ricorrenza del
santo protettore degli animali domestici. Sant’Antonio Abate, nato in Egitto intorno al 250 e
morto nella Tebaide il 17 gennaio del 357, fu un eremita tra i più rigorosi nella storia del
Cristianesimo antico.


Sant’Antonio, invocato come protettore del bestiame, la sua effigie è spesso collocata sulla porta
delle stalle. La festa in suo onore è molto partecipata soprattutto nelle campagne italiane, da cui ha
preso origine. In seguito si è diffusa nelle città e anche qui i parroci hanno preso l’abitudine di
benedire gli animali domestici. Il Santo è spesso ritratto con un porcellino al proprio fianco.
Questa particolare festa desidera ricordare come gli animali non sono degli oggetti che vanno presi
o buttati a nostro capriccio, ma al contrario essi vanno difesi e protetti, ricordandoci che Dio li ha
donati all’uomo come aiuto e compagni di viaggio. Inoltre gli animali sono sempre più importanti
nella vita di tante persone, come aiuto a bambi con difficoltà e di compagnia per gli anziani.
Inoltre sant’Antonio Abate è considerato il protettore contro le epidemie sia dell’uomo, sia degli
animali. Con saggezza da sempre la fede popolare si rivolge a protettori speciali, sant’Antonio,
san Rocco, Santa Rita … per prevenire e combattere le malattie. Una tradizione che si rinnova in
questi tempi il cui siamo afflitti dal contagio da coronavirus.

In occasione della S Messa in onore di Sant’Antonio Abate pregheremo il Signore per intercessione
di Sant’Antonio Abate di essere liberati dalla Peste del Coronavirus e si potranno portare gli
animali domestici che verranno benedetti.