Liturgia

31 maggio. Conclusione mese mariano

Mercoledì scorso, la chiusura del mese mariano ha raccolto i fedeli di Sanremo alla Madonna della Costa, dove alla messa, celebrata da don Ferruccio Bortolotto, sono seguiti la fiaccolata e la recita del rosario sul sagrato del santuario. La Visitazione «ci pone di fronte ai primi passi della Vergine e Madre del Signore – ha ricordato nella predica don Ferruccio – che sono segnati dall’orizzonte del servizio. Maria, come Abramo, lascia la sua terra e come Mosè sale al monte dove abita la cugina Elisabetta. Camminare e servire sono i verbi che accompagnano ogni evangelizzatore».

La celebrazione, vissuta in un clima raccolto e attento, alla presenza di numerosi fedeli e delle consorelle della Costa, mimata dal servizio del seminario di Bordighera, ha ricordato il cammino compiuto da Maria. Anche i fedeli, infatti, sono saliti al «monte» che domina la città di Sanremo per incontrare il Salvatore, «quel mistero di vita che è custodito nel grembo di Maria e che la spinge ad annunciare con gioia il compimento della promessa».

Questo potrebbe essere dipeso in parte dall’impegno profuso in occasione della consacrazione a Maria che tutta la diocesi ha vissuto lo scorso 13 maggio.
Se sottolineiamo questo aspetto è solo per invitare tutti, sacerdoti e fedeli, ad approfittare di quei momenti privilegiati che sono gli incontri di preghiera. Sappiamo bene che sono davvero tante le incombenze che nel nostro tempo ricadono su ognuno di noi, però ci sono momenti in cui forse sarebbe bene accogliere l’invito del Signore che chiama: «Venite in disparte con me, e riposatevi un poco», per ascoltare la sua Parola, custodirla e portare frutti abbondanti nella vita».