Carità

Caritas – Le iniziative quaresimali

Dopo il tempo ordinario, durante il quale abbiamo seguito fedelmente gli insegnamenti del Signore perché, per prepararci alla Santa Pasqua, dobbiamo vivere un periodo, di ben quaranta giorni, di conversione, penitenza e digiuno?
Ci dicono che dobbiamo vivere la nostra fede in modo più forte, con liturgie penitenziali, privazioni volontarie (qualcuno si ricorda i fioretti?), opere caritative e di misericordia.

««Tutte queste cose le ho osservate; che altro mi manca?». Gli disse Gesù: «Se vuoi essere perfetto, va’, vendi quello che possiedi, dallo ai poveri e avrai un tesoro nel cielo; e vieni! Seguimi!». Udita questa parola, il giovane se ne andò, triste; possedeva infatti molte ricchezze» (Mt 19, 20–22).

Anche noi, come il giovane ricco, vogliamo andarcene tristi perché abbiamo molti beni? Il nostro quieto vivere, le nostre sicurezze, la nostra famiglia, la nostra comunità parrocchiale. Oppure, accettiamo l’invito di Gesù, accogliendo i poveri, aiutando i malati, visitando i carcerati, facendoci prossimi ai bisognosi, perchè noi stessi siamo bisognosi di amore sincero e disinteressato?

Allora ben venga questo tempo forte che ci aiuta a ripensare un po’ alla nostra vita, a rimodulare le nostre scelte, a riflettere sul nostro cammino, se sia in sintonia con quello di Cristo, a ricordarci che Dio ci ama e che anche noi possiamo e vogliamo amarlo nelle persone che Lui ci farà incontrare.

Da circa un anno alcuni volontari sono impegnati nel carcere di Sanremo per condividere un po’ del loro tempo con i detenuti, attraverso la lettura di un libro, l’animazione liturgica ed il canto e dando un aiuto con la distribuzione di vestiario.
La maggior parte delle persone recluse sono lontane dalle famiglie, non hanno mezzi e mancano di alcuni generi di prima necessità, anche per l’igiene personale.

La Caritas diocesana propone per domenica 25 febbraio una raccolta di questi prodotti in tutte le parrocchie della diocesi.
I prodotti richiesti sono: dentifrici, spazzolini da denti, schiuma da barba, lamette usa e getta, shampoo e bagnoschiuma (non in vetro), deodorante stick o in crema.

Quanto raccolto verrà poi consegnato in carcere dal cappellano e dai volontari.

Chi ha la possibilità di impegnarsi in prima persona, come volontario nei servizi Caritas, potrà partecipare ai corsi di forma- zione che si terranno a Sanremo e Ventimiglia. Il 15 e il 22 marzo, il 5 e il 12 aprile, dalle ore 15 alle ore 17, nei locali di Casa papa Francesco in salita San Pietro 14 a Sanremo, mentre il 13 e il 20 marzo, il 10 e il 17 aprile, dal- le 15 alle 17, in via San Secondo 20 a Ventimiglia, presso la sede di Caritas Intemelia.

Il 18 marzo vivremo la «domenica di carità», nella quale tutti saremo chiamati a contribuire, con un’offerta, al sostegno delle persone e delle famiglie in difficoltà che si rivolgono alle Caritas parrocchiali e ai centri di ascolto.
Per informazioni e contatti: www.caritasventimigliasanremo.org.

Achille Grassi