Sport

Fede e Sport – Quarta Puntata

Cari amici, in questo periodo di quaresima, la passione per lo sport, la passione per il cinema e la Passione di Gesù, ci portano inevitabilmente a parlare di come queste tre passioni si uniscono e si amalgano alla perfezione nel Pattinaggio Artistico, sport che insegna la disciplina, che insegna il coraggio di rialzarsi e andare avanti nonostante le inevitabili cadute e sopratutto insegna quanto sia importante il valore di una sconfitta, sotto molti punti di vista. Il pattinaggio artistico non solo è fra gli sport più amati dai giovani ma anche dal cinema. Non si contano davvero i film in cui si pratica questo sport, ma quello che vogliamo proporre stasera è un classico Disney “Ice Princess – Un sogno sul ghiaccio” film del 2005, non recentissimo, è vero, ma la tematica affrontata resta sempre molto attuale.

TRAMA: Da quando ha cominciato ad applicare le teorie della fisica alle evoluzioni del pattinaggio artistico su ghiaccio, la 17enne Casey prova una passione crescente per questo sport. Intuendo la possibilità di riuscire a sfondare, Casey comincia ad allenarsi sulla pista di Tina, ex stella della specialità. Gli allenamenti però occupano tutto il giorno e Joan, mamma di Casey, interviene per proibirle di continuare. pensando prima agli studi. La ragazza vive su questo suo grande dilemma: seguire la propria passione per lo sport o iscriversi ad Harvard come vorrebbe la famiglia?

Il motivo per cui vedere questo film ce lo spiegano non solo le allenatrici della società sportiva di Pattinaggio Artistico Bastia di Sanremo, che raccontano della grande valenza educativa di questo sport, ma per la prima volta in questa rubrica, ce lo racconteranno le stesse giovanissime atlete che lo praticano.

Intervista quindi da vedere assolutamente perchè vedremo le testimonianze di chi questo sport lo insegna e di chi invece lo pratica. E quello che racconteranno è davvero edificante.

La potete vedere da qui:

Il film è disponibile su Disney +, YouTube oppure in Internet.

Buona serata e buona visione.

Riccardo Tomasella