Liturgia, Sacerdoti

Il consiglio presbiterale su musica sacra e liturgia

Martedì 11 settembre si è svolto il consiglio presbiterale diocesano presso il seminario vescovile di Sanremo.
Argomento all’ordine del giorno è stato la cura del canto sacro e l’attenzione alla musica nelle liturgie diocesane e parrocchiali.

Tra le indicazioni principali che il consiglio ha deliberato c’è il rimando forte alla formazione delle comunità. Questo sia utilizzando gli strumenti a disposizione, come la scuola diocesana di musica sacra che è in grado di preparare, sia nello stile adatto alla liturgia che nella professionalità di esecuzione, i musici che prestano servizio presso le parrocchie, sia valorizzando le cantorie che sono un tesoro prezioso per le liturgie: ai loro membri va offerta una formazione che vada oltre le prove tecniche, per comprendere al meglio il proprio ruolo di accompagnamento del rito sacro.

Il coro parrocchiale deve essere capace di presentare anche concerti che sappiano valorizzare la bellezza artistica – oltre che spirituale – del canto sacro. Durante il consiglio si è anche sottolineato che è fondamentale l’attenzione che il parroco dedica, insieme ai suoi collaboratori, nella preparazione del giorno del Signore: dalla scelta dei canti, che sia davvero responsiva alle letture che vengono proclamate, alla partecipazione responsabile delle assemblee, che vanno favorite anche con l’esecuzione di canti devozionali del repertorio liturgico nazionale che aiutano anche i turisti, nei mesi estivi, a ritrovarsi membri dell’unica Chiesa.

Si evitino i protagonismi, contrari allo spirito liturgico autentico e si favorisca il sincero desiderio di far pregare con il canto.