Laici

AC: operazione Quaresima

In questo anno di emergenza sanitaria, così difficile, lontani dagli affetti, dalle nostre abitudini e dalla nostra vita normale, il settore adulti dell’Azione cattolica della diocesi di Ventimiglia – San Remo ha voluto trovare un modo, anche se alternativo, per stare vicino e incontrare le persone nel tempo di Quaresima.

Si è così pensato ad una serie di momenti da vivere virtualmente, su canali social, piattaforme internet o tramite semplici lettere cartacee, per rimanere in contatto diretto e personale con ogni adulto di Ac.

Ogni settimana, dal mercoledì delle Ceneri, riceviamo una notifica che ci riporta al canale YouTube dell’Ac diocesana, dove il nostro assistente, don Luca Salomone, legge e commenta il Vangelo della domenica, insieme ad una riflessione fatta dai membri dell’équipe adulti, riportante momenti di vita quotidiana vissuti alla luce della parola di Dio. Nei prossimi giorni si riceverà anche una lettera cartacea, cosa insolita ormai, ma che potrà così raggiungere ogni associato, sia esso più o meno social.

La lettera, scritta dall’équipe, è un semplice modo per avvicinare e far sentire la presenza dell’Azione cattolica; all’interno della busta ci sarà anche un gadget, piccolo simbolo di vicinanza, per continuare, anche da lontano, a sentirsi parte di una grande famiglia che cammina insieme.

In questo tempo quaresimale vogliamo essere tutti uniti anche attraverso un altro momento di condivisione, seppure online, che sostituisce di fatto i tanto partecipati weekend di spiritualità che ci accompagnavano ogni anno alla Pasqua.

Il 20 marzo, su “Zoom” si vivrà un incontro di preparazione alla Pasqua, sullo stile delle giornate spirituali, cardine del nostro anno associativo. Questo momento verrà guidato da monsignor Calogero Marino, vescovo della diocesi di Savona – Noli, già assistente regionale dell’azione cattolica. Il titolo di questa serata è emblematico del periodo che stiamo vivendo: “La follia di un abbraccio”. Insieme, rifletteremo e mediteremo sull’azione salvifica di Gesù che, dalla croce, abbraccia l’umanità intera.

Abbraccio, un gesto così semplice, intenso ed espressivo, che da un anno non possiamo né dare né ricevere, ma dentro il quale risiede tutto il nostro amore verso il prossimo. Sarà molto significativo riflettere su questo piccolo segno che sembrava così naturale ma del quale, una volta privati, abbiamo capito il grande valore.
Domenica 21 marzo, sulla medesima piattaforma online, ci ritroveremo per pregare e condividere le sensazioni e le riflessioni della sera precedente, per concludere poi con un momento di convivialità, gustandoci insieme un caffè virtuale.
Un anno fatto di tante privazioni che ci ha permesso tuttavia di scoprire e utilizzare metodi nuovi per continuare a stare insieme e a sentirci parte di un progetto più grande. È con questo intento che il settore adulti, ma anche tutta la grande famiglia di Ac, vuole portare nelle case di ognuno un po’ di quella normalità che tanto bramiamo e della gioia di incontrarsi della quale siamo stati privati.
Ringraziando i vice presidenti adulti e la loro équipe, ci auguriamo comunque che questi nuovi mezzi lascino presto lo spazio agli incontri reali, a veri e sentiti abbracci, sotto il segno dell’amore di Dio che mai ci abbandona.

ORNELLA DELLA TORRE