Comunicazioni, Liturgia

Comunicazione per i Sacerdoti

Carissimi Confratelli, Mons. Vescovo precisa le modalità che in tempo di Covid i sacerdoti dovranno seguire durante i riti della festa di san Biagio (3 febbraio, benedizione della gola) e del Mercoledì delle Ceneri, che il 17 febbraio apre la Quaresimala formula va recitata una volta sola. 

——- 

La formula nella festa di san Biagio, in calendario il 3 febbraio con il rito della benedizione della gola impartita usando due candele, deve essere pronunciata ad alta voce solo una volta per tutti i fedeli,“Per intercessione di San Biagio, vescovo e martire, il Signore Vi liberi dal male della gola e da ogni altro male. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen” mentre la benedizione individuale viene poi impartita solo con il gesto della benedizione e in silenzio evitando ogni contatto fisico.


——-


 Inoltre, in vista dell’inizio della Quaresima 2021 mercoledì 17 febbraio, la Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti ha reso note anche le disposizioni per il rito di imposizione delle Ceneri. Si ricorda in particolare che, dopo aver benedetto le ceneri e averle asperse con l’acqua benedetta, il sacerdote si rivolgerà ai presenti recitando una volta sola per tutti i fedeli la formula come nel Messale Romano: “Convertitevi e credete al Vangelo“ oppure “Ricordati, uomo, che polvere tu sei e in polvere ritornerai”.Quindi il sacerdote dovrà prendere le ceneri e con un segno della croce lasciarle cadere sul capo di ogni fedele, senza dire nulla.