Cultura

Concerto in seminario

E’ stato un appuntamento all’insegna dell’amicizia e della cultura quello che ha visto coinvolti i seminaristi di Bordighera con il loro rettore lo scorso giovedì nella città di Sanremo.
L’iniziativa è stata della sezione locale del Serra club, movimento internazionale laicale che deriva il proprio nome da San Junìpero Serra, francescano minore spagnolo fondatore di varie missioni in California nel corso del 1700, il cui scopo è sostenere le vocazioni al sacerdozio ministeriale ed alla vita religiosa consacrata mediante la preghiera, l’amicizia ed altre attività.

I membri dell’associazione hanno invitato, per il secondo anno consecutivo, la comunità del seminario a trascorrere un pomeriggio al teatro dell’opera del casinò in occasione di un concerto dell’orchestra sinfonica di Sanremo, diretta dal maestro Giuseppe Lanzetta.
Il primo brano è stato «l’horizon doublé» del compositore contemporaneo Umberto Bombardelli, presente tra il pubblico del concerto.

Sono stati poi eseguiti il concerto n° 2 in Fa minore Op. 21 di Fryderyk Chopin, scritto dal compositore polacco a soli 19 anni, con protagonista indiscusso il pianoforte, magistralmente suonato in questa occasione dal concertista bulgaro di fama internazionale Ludmil Angelov.
A seguire la sinfonica è stata impegnata nella sinfonia n° 2 in Si bemolle maggiore D. 125 di Franz Schubert, opera che il viennese compose in giovane età.
Al termine dell’evento musicale, serrani e seminaristi si sono diretti insieme verso la vicina chiesa dei padri cappuccini presso la quale, insieme alla comunità religiosa, hanno celebrato i Vespri, presieduti dal parroco padre Walter De Andreis.

Terminata la preghiera, tutti si sono poi trasferiti presso un vicino ristorante per un momento conviviale, durante il quale i componenti del Serra club e i seminaristi hanno potuto consumare una piacevole cena, scambiandosi qualche testimonianza personale, nutrimento di un’amicizia all’insegna del servizio al prossimo.