Comunicazioni, Home

Diocesi 2.0 – Questa settimana!

La diocesi aggiorna i suoi servizi web per rispondere sempre meglio alle esigenze della pastorale contemporanea. Così durante l’incontro di formazione del clero nella mattinata di giovedì 16 marzo l’equipe dell’ufficio di comunicazioni sociali ha presentato le linee guida di questo rinnovamento: internet non è il pifferaio magico, che basta usarla e le chiese si riempiono di gente. E’ però come un’automobile: ci permette di raggiungere più velocemente tutti e di poter arrivare anche dove con altri mezzi faremmo più fatica. Ma è bello pensarla anche come uno scompartimento del treno: quando entra un prete prima o poi si comincia a parlare di fede durante il viaggio. Così la rete diventa un modo per accostarsi a persone che non hanno direttamente il cristianesimo come obiettivo di ricerca ma che ci incontrano e se ci vedono accattivanti e disinvolti possono essere invitati a dialogare con noi. E questi sono gli aspetti che l’ufficio di comunicazioni sociali vuole curare in modo particolare quest’anno, proprio da questo mese di marzo: anzitutto il sito internet della diocesi che è stato progettato dai sacerdoti che se ne occupano e ridisegnato dall’azienda Freementi di Luca Bordonaro, che ha già curato la realizzazione del sito della caritas diocesana. Il nuovo portale è concepito come una vetrina delle iniziative della diocesi ma anche come un giornale on line, ospitando riflessioni, recensioni e segnalazioni con la cadenza della quotidianità, molto meglio di quanto si possa quindi fare con le produzioni cartacee. Il nuovo sistema permetterà anche ai parroci di scaricare i moduli da ufficio parrocchiale e le locandine delle iniziative sfruttando il cloud della diocesi che sta per essere avviato. Un secondo aspetto sarà nelle prossime settimane la riorganizzazione della posta elettronica fornendo alle persone, agli uffici e ai servizi principali una propria casella email che permetta la differenziazione della corrispondenza digitale che fino ad ora era vincolato ad un solo indirizzo di curia oltre che agli account personali. Un terzo ambito riguarda l’apertura dei principali account sui social network. Facebook, con la pagina dedicata della diocesi; Twitter, che in 140 caratteri permette di realizzare comunicazioni immediate; Instagram, il social network delle foto, con cui si vuole costruire, anche grazie al contributo dei fedeli che si iscriveranno, una memoria visiva delle attività di parrocchie e associazioni. E infine You Tube, che rappresenterà l’archivio video, con il canale diocesano, degli eventi che presto potranno essere trasmessi dal vivo. E un assaggio di queste potenzialità è stato mostrato ai sacerdoti presenti con la visione del filmato realizzato dall’equipe di pastorale giovanile e dai seminaristi con l’invito fatto dal vescovo, Antonio Suetta, a partecipare il prossimo 8 aprile alle GMG diocesana presso la parrocchia “Nostra Signora della mercede” in Sanremo. E l’ultimo aspetto presentato dall’Ufficio Comunicazioni usciva dal pianeta digitale per proporre un’iniziativa collegata al mondo dei libri cartacei: in collaborazione con la libreria “San Paolo” di Genova ci sarà la possibilità di beneficiare del punto vendita “mobile” che ha già cominciato ad essere presente durante i principali appuntamenti diocesani. L’idea è di offrire la possibilità di far trovare a sacerdoti, operatori pastorali e fedeli laici il meglio della produzione libraria del mese permettendo così a tutti di curare la propria formazione e di aggiornarsi con i titoli delle più importanti case editrici cattoliche.
Le conclusione dell’equipe dell’ufficio comunicazioni sono un appello ai confratelli sacerdoti: un depliant e delle locandine permetteranno ai parroci di illustrare in maniera chiara ai fedeli le novità on line della diocesi. Ma è soprattutto invitando a collegarsi al sito e contribuendo offrendo il materiale per arricchirlo che si potrà avere il beneficio auspicato di rendere la comunicazione digitale della diocesi un valido strumento per il sostegno alla pastorale.