Famiglia

il fatto. Inizia il cammino di «Laboratorio famiglia»

L’esperienza nasce dal’ufficio diocesano e dal consultorio 
per far fronte alle difficoltà.

Èpartito nella diocesi di Ventimiglia San Remo il «Laboratorio Famiglia», così denominato dal vescovo Suetta partecipando al primo incontro.

Fanno parte del laboratorio alcuni «volontari per la famiglia» appartenenti a diverse parrocchie e realtà associative a cui altri possono aggiungersi contattando il consultorio familiare al numero 3271412875 oppure alla mail centrofamigliasanremo@gmail.com o all’ufficio di pastorale familiare, contattando in curia il direttore, il diacono Aldo Panizzi.

Obiettivo del laboratorio è confrontarsi sulle risposte che la nostra diocesi può dare ai bisogni delle famiglie del territorio. Famiglie sempre più in difficoltà, disgregate, sole, senza sorrisi e carezze. Circondate da problemi economici, organizzativi, relazionali, di senso a cui la politica sembra non essere capace di dare risposte concrete.

«Il primo incontro è servito a conoscerci ed a condividere le piccole e grandi competenze e sensibilità che ciascuno di noi pensa di poter mettere a disposizione – racconta uno dei volontari – dalla prossima volta inizieremo a fare una mappatura delle risposte che associazioni e parrocchie già offrono sul territorio e vedremo quali percorsi formativi potrebbero essere utili per raggiungere il nostro obiettivo, vogliamo essere piccoli tessitori di reti per portare il sorriso alle famiglie».

Concretamente questi volontari opereranno soprattutto all’interno del consultorio e dell’ufficio di pastorale familiare, ma se lo desidereranno potranno anche confluire in altre realtà associative e Parrocchiali.

Prossimo appuntamento il 3 marzo presso Villa Giovanna D’Arco, via Pisacane 2, Sanremo.

Di Silvia Minasi