Seminario

Il Grazie dei Seminaristi

Giovedì prossimo sarà solennemente celebrata l’Eucaristia nella vigilia della solennità del Sacro Cuore di Gesù, alle ore 21 nella cappella del seminario vescovile «Pio XI» di Bordighera. Questa ricorrenza è sempre stata molto sentita, sin da quando nel 1939 fu trasferita la sede del seminario da Ventimiglia Alta all’attuale. Uno dei significati più importanti della celebrazione sarà la preghiera di ringraziamento per tutti i benefattori vivi e defunti, che hanno sostenuto la formazione dei futuri sacerdoti. Per coloro che guideranno le comunità dei fedeli è importante educarsi a «dire grazie» ed ancor prima a riconoscere il bene, di cui sono circondati. Sono infatti in tanti coloro che stanno accanto alla comunità del seminario. Insieme al vescovo, che è il primo formatore e che spesso è presente in seminario, vi sono i professori, i parroci della diocesi che con grande disponibilità curano le giornate vocazionali nelle loro comunità, le suore di Santa Marta, gli aderenti al Serra Club della sezione della nostra diocesi ed i tanti fedeli, che con offerte anonime sostengono la vita della comunità formativa.

Papa Francesco nel 2014 per questa festa ha ricordato che abbiamo un Dio «innamorato di noi», che ci accarezza teneramente e ci canta la ninnananna proprio come fa un papà con il suo bambino. Non solo: lui ci cerca per primo, ci aspetta e ci insegna a essere «piccoli», perché «l’amore è più nel dare che nel ricevere» ed è «più nelle opere che nelle parole». Quando diciamo che è più nel dare che nel ricevere è perché l’amore sempre si comunica, sempre comunica, e viene ricevuto dall’amato».

E «quando diciamo che è più nelle opere che nelle parole», ha aggiunto il pontefice, è perché «l’amore sempre dà vita, fa crescere». La comunità del seminario sta per preparare le ordinazioni sacerdotali e diaconali del prossimo 1° luglio alle ore 10,30 nel Santuario della Madonna Miracolosa a Taggia.