Sacerdoti

Jubilmusic e catecumenato: i temi dell’ultimo Consiglio Presbiterale Diocesano

Si è svolto in Seminario a Bordighera lo scorso venerdì 26 febbraio il consiglio presbiterale diocesano con due tematiche all’ordine del giorno. La prima riguardava l’esperienza del Jubilmusic, per la quale si è proposto di allargare la commissione che lo prepara a nuovi componenti che già siano presenti sul nostro territorio:
insegnanti di religione, sacerdoti giovani e laici impegnati nel mondo delle aggregazioni laicali. Lo scopo è quello di inserire sempre di più nella pastorale ordinaria della diocesi quest’iniziativa perché sia preparata con il maggior coinvolgimento possibile ed abbia una ricaduta positiva, soprattuto per i giovani, mantendo i contenuti musicali, che la caratterizzano.

Al secondo punto dell’ordine del giorno è stato presentato dai vicari per la liturgia e per l’evangelizzazione la proposta di un itinerario di iniziazione cristiana per adulti. Si tratta di un anno di preparazione a cui aggiungere la quaresima al termine della quale si celebreranno nella veglia pasquale i sacramenti del battesimo, cresima ed eucaristia. Quest’anno di preparazione va preceduto da un periodo di avvicinamento. La responsabilità di seguire i catecumeni sarà affidata al parroco, mentre vi saranno delle tappe che coinvolgeranno tutta la diocesi con la presenza del vescovo.

Il consiglio presbiterale ha poi dato parere favorevole alla elargizione di un contributo economico di carità che il vescovo personalmente offrirà all’associazione «Aiuto alla Chiesa che soffre» quando si recherà ad Herbil personalmente con una delegazione a far visita ai campi profughi.