Vita consacrata

La nuova consacrata

Il vescovo Antonio Suetta durante la celebrazione dell’eucaristia, ieri nella cappella del monastero del Carmelo a Sanremo ha conferito la consacrazione verginale a suor Mi-
riam di Cristo Redentore, monaca carmelitana.
L’uso, già noto nella Chiesa primitiva, di consacrare le vergi-
ni è all’origine dell’attuale solenne rito. Per esso la vergine
diventa una persona consacrata segno sublime dell’amore che la Chiesa porta a Cristo, immagine escatologica della sposa celeste e della vita futura. Con il rito della consacrazione la Chiesa intende manifestare quanto stimi la verginità e vuole implorare sulle vergini l’effusione dello Spirito Santo.