Mese Mariano – 27 maggio – Il Vescovo recita il Rosario alle ore 21 presso il Santuario “Madonna di Ciazzime” a Carpasio

Siamo invitati a pregare il Rosario alla stessa ora nelle nostre case o – per chi può – partecipando nel rispetto delle norme di sicurezza.

Indicazioni per le Celebrazioni

U Buletin 2.0 – Archivio

Riservato al Clero

Vademecum Amministrativo 2020

Vademecum Amministrativo 2020

Bilancio Diocesano 2019

Rendicontazione 8×1000 anno 2019

Rendicontazione 8×1000 anno 2019

L’esperienza di CL

L’esperienza cristiana rende coscienti che ciascuno di noi è al mondo per una “chiamata”, ciascuno di noi ha un compito, una vocazione che si fa chiara nelle circostanze dell’esistenza e negli avvenimenti che la segnano. È così che dal carisma di don Giussani nascono nel tempo diverse forme associative, destinate a sostenere l’adulto nelle diverse condizioni della sua personale vocazione: laici, religiosi e religiose, sacerdoti diocesani e sacerdoti in missione. Di tutte queste forme la più universale è la Fraternità di Comunione e Liberazione, riconosciuta dalla Chiesa nel 1982 come ambito nel quale gli iscritti si impegnano a vivere la fede come cammino alla santità, secondo il metodo trasmesso da don Giussani. La fede vissuta nella comunione è il fondamento dell’autentica liberazione dell’uomo. Nato a Milano negli anni cinquanta, per l’intuizione di don Luigi Giussani, il movimento di Comunione e liberazione (Cl) è oggi diffuso in novanta paesi del mondo. È guidato da don Julián Carrón che lo stesso Giussani aveva indicato come successore. Lo strumento educativo utilizzato è la scuola di comunità. Essa consiste nella lettura e nella meditazione personale di un testo proposto a tutto il movimento, a cui seguono incontri comunitari settimanali.

La partecipazione è libera.

Nei gruppi si legge innanzitutto il testo (quest’anno «Generare tracce nella storia del mondo» di don Giussani), chiarendo insieme il significato delle parole, poi si dà spazio alla esemplificazione di un paragone tra ciò che si vive, le proprie domande e quello che si è letto. La scuola di comunità diventa un gesto missionario: è una proposta valida per tutti, per l’uomo che si incontra per la strada, per il compagno di scuola o di lavoro. È un luogo, una trama di rapporti, un cammino guidato, per scoprire il fascino del cristianesimo dentro l’esperienza quotidiana. Dal 2009 i gruppi di scuola di comunità in Italia hanno la possibilità di attuare un collegamento audio–video con l’incontro tenuto dallo stesso Julián Carrón. In questo modo si offre, a quanti lo desiderano, uno strumento in più per imparare il metodo della scuola di comunità.

Per la diocesi Ventimiglia–San Remo gli incontri avvengono nella parrocchia di Cristo Risorto, in piazza Europa 5, a Ospedaletti, il mercoledì alle ore 21. I referenti sono Enrico Carbone che può essere contattato al 3484567844 e Federico Di Battista, segretario, reperibile al 3664982253. Nella foto una piccola rappresentanza del gruppo Cl della diocesi di Ventimiglia – San Remo durante una due giorni a Varigotti, dove don Giussani si recava spesso.

Il cammino per i ragazzi delle scuole superiori è rappresentato da gioventù studentesca (Gs), ogni giovedì sera, a partire dalle 19,30, presso la parrocchia di San Rocco alla Foce di Sanremo. Gli strumenti di comunicazione di Cl sono il sito ufficiale della comunità https://it.clonline.org/.

La rivista ufficiale, Tracce, pubblicata su carta e sul web in diverse lingue e formati, è lo strumento fondamentale che racconta la vita del movimento e la sua presenza nel mondo.

di Mara Ambrogio

Precedente

Gli adulti AC in preghiera

Successivo

Insegnanti in formazione

Prossimi appuntamenti
diocesani in programma

Video Catechismo – 1

Video Catechismo – 2

Video Catechismo – 3

Video Catechismo – 4

Annuario 2019

Annuario 2019