Migrantes

Oltre le frontiere

L’emergenza umanitaria che si riversa a Ventimiglia ha sempre più trovato la Chiesa come rifugio. Proprio a Sant’Antonio, che assieme a quella di San Nicola è la chiesa
simbolo dell’accoglienza, si è svolta venerdì sera la preghiera interreligiosa che per il terzo anno consecutivo precede in diocesi la celebrazione della novena per il santo Natale.
Erano presenti il vescovo Antonio Suetta con l’arcivescovo di Monaco Bernard Barsi e il vescovo di Nizza André Marceau per la Chiesa cattolica, padre Claudiu Mihai per la Chiesa ortodossa rumena, padre David Hart per la Chiesa anglicana, Taki Hassan e Abu Bakr Moretta per le comunità islamiche. Sono state elevate preghiere per l’ambiente, la pace e le vittime delle migrazioni.
DI SUELI FORNONI