Giovani

Oratorio “Gallardi”

Lunedì 3 luglio ha preso avvio, all’Oratorio Gallardi di Ventimiglia la nuova edizione dell’«Estate ragazzi». Dalle nove del mattino Piazza Suor Eligia accoglie i ragazzi provenienti da Roverino, case popolari e dall’ex caserma Gallardi delle città di confine.

Ogni mattina il pullmino della «suora», guidato dal diacono don Alessandro parte dal seminario e si dirige verso l’oratorio, facendo sosta nei diversi punti di ritrovo.
La giornata oratoriana inizia con l’accoglienza e poi tutti in Cappella a salutare il Padrone di casa – come lo chiamava don Bosco – e a dare inizio a un momento di riflessione e di preghiera seguito dal diacono don Salvatore.

Terminato il momento formativo tutti a fare i compiti delle vacanze o a colmare le lacune accumulate nelle diverse materie durante l’anno scolastico. In questi giorni si sono alternati insegnanti di italiano, matematica, lingue straniere, tutti disponibili a facilitare le fatiche estive. I momenti più attesi sono senza alcun dubbio la merenda e i giochi organizzati, dove le energie si moltiplicano e il divertimento fa saltare di gioia.
L’impegno degli animatori è quello di far scoprire ai bambini e ai ragazzi l’importanza di saper stare con se stessi, con gli altri e con il Signore della vita, ma soprattutto quello di far sentire loro di essere amati.

A questo proposito mi viene in mente una frase di don Bosco:« Non ho mai conosciuto un giovane che non avesse in sé un punto accessibile al bene, facendo leva sul quale ho ottenuto molto di più di quanto desideravo» perché «chi sa di essere amato, ama e chi è amato ottiene tutto, specialmente dai giovani. Non basta amare i giovani: occorre che loro si accorgano di essere amati».