Novità in libreria

Indicazioni per le Celebrazioni

Riservato al Clero

Almanacco

Annuario 2019

Annuario 2019

Vademecum Amministrativo 2020

Vademecum Amministrativo 2020

Bilancio Diocesano 2019

Rendicontazione 8×1000 anno 2019

Rendicontazione 8×1000 anno 2019

Don Marco a San Rocco

Domenica 26 giugno ha fatto ingresso nella parrocchia di San Rocco a Sanremo il nuovo parroco, don Marco Moraglia, uomo sorridente, pacato, che propone il giusto al momento opportuno. La celebrazione è stata ricca di significato e molto commovente. «Ritengo don Marco il sacerdote giusto per la continuazione di un metodo pastorale già avviato»: così si è espresso l’uscente parroco di San Rocco don Contardo Colombi, che presenta così alla sua parrocchia, il successore. La comunità, integrata nel pieno di una vita cristiana fortificata da un profondo spirito di condivisione, ha fatto proprio negli anni, grazie all’instancabbile opera di don Contardo, il senso di responsabilità pilastro fondamentale del cammino cristiano.
All’annuncio di don Marco, l’attesa si è trasformata in gioia e si sono messi in moto i preparativi per
l’accoglienza gioiosa. Sin dalla più tenera età, il nuovo parroco ha dimostrato la propria vocazione alla sequela Christi e nel seminario Pio XI di Bordighera ha proseguito in maniera esemplare la salita al sacerdozio, rinforzando se stesso come uomo di Dio e fortificando lo Spirito per donarsi completamente al prossimo. Il motto scelto per la sua ordinazione definisce commovente. «Ritengo don Marco il sacerdote giusto per la continuazione di un metodo pastorale già avviato»: così si è espresso l’uscente parroco di San Rocco don Contardo Colombi, che presenta così alla sua parrocchia, il successore. La comunità, integrata nel pieno di una vita cristiana fortificata da un profondo spirito di condivisione, ha fatto proprio negli anni, grazie all’instancabile opera di don Contardo, il senso di responsabilità pilastro fondamentale del cammino cristiano. molto bene la sua personalità e il sentimento che ispira il suo ministero pastorale:«Mi divora lo zelo per la tua casa».
Dal 1994 è stato vice parroco nella Parrocchia dei Santi Apostoli Giacomo e Filippo di Taggia. Dal 2012 ad oggi è stato parroco di Cristo Re, cappellano del carcere e dell’ospedale di Bordighera, guida spirituale del Cursillo, assistente di Azione Cattolica e Scout, assistente diocesano del Movimento Carismatico «Gesù Ama». Dimostrando versatilità ed entusiasmo nel portare avanti il suo ministero, si è fatto portavoce di una nuova forma di catechesi: una scuola domestica, dove i genitori chiamati i cristiani, insegnano loro stessi ai propri figli il Vangelo.

Precedente

Vescovi messaggio profughi

Successivo

Lourdes: pellegrini e malati

Prossimi appuntamenti
diocesani in programma

Lourdes – Settembre 2020

“U Buletin” del giorno

Assistenza