Videoteca Diocesana

Piccola Biblioteca Teologica

Lettera Pastorale 2020

Novità in libreria

Indicazioni per le Celebrazioni

Riservato al Clero

Almanacco

Annuario 2019

Annuario 2019

Vademecum Amministrativo 2020

Vademecum Amministrativo 2020

Bilancio Diocesano 2019

Rendicontazione 8×1000 anno 2019

Rendicontazione 8×1000 anno 2019

Ecumenismo: remare insieme nel mare della storia

Si è svolta venerdì scorso a Sanremo l’annuale veglia di preghiera per l’unità dei cristiani. Il vescovo di Ventimiglia-Sanremo, Antonio Suetta, con i pastori delle chiese Valdese e Luterana, Jonathan Terino e Elisabeth Kruse, con P. Mika K.T. Pajunen, della comunità anglicana, e P. Claudiu Mihai, della chiesa ortodossa rumena, si sono ritrovati insieme nel
tempio della chiesa valdese, affollato da fedeli delle varie chiese e comunità cristiane per invocare dal Signore il dono dell’unità dei credenti.
È stato il vescovo Suetta, successore degli Apostoli, a commentare il brano degli Atti degli apostoli in cui si racconta la tempesta e il naufragio della barca nel viaggio che conduce san Paolo a Roma ( At 27,18-28,10).

“Il viaggio e la tempesta – ha detto mons. Suetta – sono metafora del cammino dei credenti. Anche a noi non è risparmiata la fatica delle burrasche, delle incomprensioni, delle lacerazioni e delle discordie. Ciò che ci salva è la fiducia nell’azione del Signore, nel primato della sua grazia. Ecco perché è importante, nel cammino verso l’unità dei cristiani, tener presente e riscoprire sempre più lo sguardo con cui Dio ci guarda e ci ama. A partire da questo sguardo è possibile guardarci reciprocamente come fratelli e figli dello stesso Padre. Questa è anche la radice della filantropia autentica (termine originale del testo biblico)”.


Un segno ha accompagnato la veglia di preghiera: otto ragazzi hanno condotto dei lunghi remi, simboleggianti ciascuno otto pilastri su cui portare avanti il cammino dell’unità, per remare insieme nel viaggio della storia: riconciliazione, luce, speranza, fiducia, forza, ospitalità, conversione, generosità. Particolarmente suggestiva è stata poi la recita comunitaria del Credo e la preghiera del Padre nostro, a conclusione della veglia.


Nel corso della serata sono stati raccolti dei fondi per realizzare una giostra per bambini da collocare nel parco alle spalle della chiesa ortodossa rumena, accanto alla stazione di Sanremo, come segno del cammino verso l’unità dei credenti di questo territorio.

Alessandro Scaccianoce

Precedente

Omelia per l’Ordinazione Diaconale di Filippo Uke

Successivo

La domenica della Parola a Santo Stefano

Prossimi appuntamenti
diocesani in programma

Accesso agli Uffici della Curia

Si ricorda che per accedere agli Uffici della Curia Diocesana è necessario prendere un appuntamento con il Personale degli stessi e presentarsi muniti di mascherina sanitaria di protezione. Eventuali ritardi o imprevisti vanno segnalati subito.

Lectio Divina – Il Decalogo – 1

Lectio Divina

PerCorso 2020 – 2021

Scuola di Politica

“U Buletin” del giorno

Assistenza