Catechesi

Rinnovare la catechesi

“Dal si è sempre fatto cosi’… al rinnovamento della nostra formazione catechistica”

La commissione catechistica diocesana invita a Vallecrosia, Istituto “Maria Ausiliatrice” Sabato 10 e domenica 11 settembre tutti i Parroci, i Catechisti/e e gli Educatori della Diocesi per vivere insieme il consueto incontro di formazione. Il Convegno avrà inizio sabato alle ore 9.00 e si concluderà domenica alle ore 14.00; nella giornata di sabato sarà consegnato, dal nostro Vescovo, il mandato ai catechisti.

Per l’ambito della programmazione annuale, che prevede di “Curare la FORMAZIONE dei catechisti/e ed educatori per una proficua animazione della catechesi parrocchiale, è stato convocato don Gianfranco Calabrese, Direttore dell’Ufficio catechistico della Diocesi di Genova: ci aiuterà ad approfondire l’obiettivo annuale presentandoci la tematica delle due giornate:

Dal si è sempre fatto così al rinnovamento della nostra formazione catechistica”. Sicuramente le sue illuminazioni chiariranno e consolideranno i punti più significativi della nostra formazione.

Seguiranno la relazione i laboratori che faciliteranno i partecipanti, non solo a riflettere sul tema esposto, ma soprattutto ad approfondire ”l’ipotesi di itinerari specifici per ogni gruppo di catechismo”, in sintesi:

  • l’anno della seconda elementare caratterizzato come l’anno del Kerygma si propone come una fase di prima evangelizzazione;
  • l’anno della classe terza è quello del recupero della dimensione battesimale, in cui i bambini si accosteranno al sacramento della Penitenza;
  • l’anno della quarta è l’anno dell’incontro con il Signore Gesù, nel sacramento dell’Eucaristia.
  • In quinta elementare proponiamo di vivere un anno di “pausa” dai tradizionali incontri di “catechismo” per far riflettere il ragazzo e la famiglia sull’importanza di ricevere il sacramento della Cresima. Si può definire l’anno della comunità durante il quale si sostiene il ragazzo a fare verità nelle sue scelte e a costruire, insieme a Gesù, la comunità cristiana.

Le modalità di realizzazione saranno studiate e condivise, con l’inventiva e la creatività di tutti/e.

Le ipotesi illustrate, elaborate dalla Commissione catechistica, in sintonia col pensiero del nostro Vescovo, sono uno stimolo e una proposta per tutta la Diocesi a intraprendere un cammino di maggior autenticità e preparazione nel condurre i ragazzi a ricevere i sacramenti e di unità tra le parrocchie dei diversi vicariati.

Il desiderio di uniformare il cammino di preparazione ai sacramenti ha, inoltre, come finalità la condivisione operativa tra le nostre parrocchie. Si vorrebbe evitare così, il “turismo catechistico” che porta le famiglie a “vagare” da una Parrocchia all’altra nella ricerca di soddisfare le proprie esigenze: sempre lecite?

Il cammino unitario che ci proponiamo favorirà la condivisione di quanto abbiamo di più prezioso: la presenza del Signore Gesù vissuto e annunciato, lo scambio di esperienze e di materiale.

Infine, riguardo all’aspetto formativo, verrà presentato il progetto “Scuola Diocesana per catechisti/e” che offre una formazione integrale e che apre orizzonti di fede facendo maturare la sapienza del cuore e la passione per l’evangelizzazione.

La “Scuola per Catechisti” vuole essere nella nostra Chiesa locale una risposta alle domande che tanti educatori si pongono: come evangelizzare il nostro tempo? Come educare le giovani generazioni a fare la scelta per Gesù Cristo? Da dove cominciare per acquisire una più matura consapevolezza della nostra fede?

Seguendo il Signore Gesù, la “Scuola per catechisti” si propone di formare cristiani adulti, testimoni di Cristo Risorto capaci di comunicare il messaggio trasmesso dalla Chiesa all’uomo di oggi (cfr. CEI, Educare alla vita buona del Vangelo. Orientamenti pastorali per il decennio 2010-2020, Roma 2010).

Il programma delle due giornate è intenso, vi aspettiamo con affetto e desiderio di comunione per condividere “i pani e i pesci” di ciascuno per saziare, con il Signore Gesù, la fame di tutti coloro che chiedono da mangiare.

Laura Anastasia

Vallecrosia, 27 agosto 2016